MUSICA PER CANTO E LIUTO

Il Contesto Storico

 

a vocalitÓ antica aveva delle basi assai diverse da quelle consolidate nel canto lirico moderno. Nei secoli XVI e XVII era fondamentale l'asservimento della musica alla parola: il cantante doveva possedere una piena comprensione del testo, una dizione nitida e mostrare una completa adesione dei sentimenti al significato delle parole recitate e cantate; anche l'impostazione della voce era differente e privilegiava l'uso del vibrato solo come momento espressivo transitorio.

L'educazione musicale del cantante era generalmente assai vasta con una eccellente preparazione strumentale e teorica: sovente, egli cantava suonando uno strumento musicale e talvolta era esecutore di composizioni proprie.

Infine, la capacitÓ di improvvisare e di abbellire l'esecuzione, in piena adesione alla teoria degli affetti, completava il quadro artistico di un mondo in cui l'uso della voce era fondamentale anche per lo studio di tutta la pratica musicale.

 

IL PROGRAMMA DEL CONCERTO

Il concerto di una o due voci accompagnate dal liuto intende proporre una panoramica delle principali scuole vocali e strumentali nelle corti europee tra '500 e '600 eseguendo musiche di MilÓn, Tromboncino, Falconieri, Sances, Caccini, De Rippe, Monteverdi e Cesti.

Esecutori:

Silvia Piccollo, Giorgio Ferraris, voce e liuto

Maria Teresa Nesci, Silvia Piccollo, Giorgio Ferraris: voci di soprano e liuto

Home
Prossimo Concerto
Chi siamo
Contatti
IN ENGLISH
Copyright © 2012 Webmaster Associazione Culturale Ensemble Baschenis
Home Prossimo Concerto Gli Esecutori Contatti